Home / Sport / Aldair pronto a sfidare la Roma
aldair

Aldair pronto a sfidare la Roma

Dire che Aldair gioca contro la Romaè, più o meno, come dire che il Colosseo sta a Milano, che la pizza bianca con la mortadella è cattiva e che Totti non è romanista.

Eppure, in questo caso, è successo. Da oggi infatti Pluto (13 anni di meravigliosa carriera in giallorosso) sarà impegnato a Ostia nelle finali scudetto del beach soccer.Ma non indosserà la maglia della Roma: il campione brasiliano, infatti, sarà il portabandiera delColosseum, formazione romana che milita nel girone opposto a quello romanista.

Teatro delle finali che assegneranno il titolo alla migliore formazione della Serie A sarà l’Hakuna Matata Beach Stadium di Ostia, allestito in un tratto di spiaggia libera accanto allo stabilimento Belsito. Acrobazie, divertimento e animazione che rappresentano la ricetta vincente di un tour, quello del beach soccer targato Figc-Lega Nazionale Dilettanti, che fino ad ora ha toccato ben 7 località diverse (Roma, Castellaneta Marina, Pescara, S. Leone, Olgiate Olona, Lignano Sabbiadoro e Cervia) entusiasmando tifosi e semplici appassionati. I numeri sono lì a testimoniarlo: 22 giornate di evento, 127 gare disputate ed 839 gol segnati. Uno spettacolo che vive anche fuori dallo stadio con una serie di iniziative che richiamano anche chi non è attratto dal gesto tecnico dei migliori beachers al mondo.
In campo per contendersi lo scudetto 2010 scenderanno 8 formazioni, le 4 migliori del Girone A (centrosud), ovvero Roma, Ragazzini Catania, Feldi Catanzaro ed Elleci Terracina, e le 4 migliori del Girone B (centro-nord), cioè Coil Lignano Sabbiadoro, Colosseum, Milano e Viareggio. Le finali scudetto vivranno anche due gustosi “antipasti” che serviranno a scaldare animi e entusiasmi per il più importante fine settimana della stagione del beach soccer italiano: la disputa della Supercoppa di Lega Enel e le finali tricolori del beach soccer donne. Due trofei in palio che, per ragioni diverse, valgono come il tricolore che passerà dalle maglie della Martos Napoli a quelle di una delle magnifiche otto finaliste del 2010. E proprio i campani, inciampati all’arrivo nella corsa per la qualificazione alle finali scudetto di Ostia, saranno protagonisti oggi (inizio ore 16.30) contro Milano nella partita che assegnerà la Supercoppa di Lega. Uno spettacolo atteso un anno, da quando, nella finale tricolore del 2009, gli azzurri guidati da Diego Armando Maradona junior annichilirono la corazzata multietnica di coach Panizza con un terzo tempo strepitoso. È la rivincita tra i conquistatori della Coppa Italia 2009 e, appunto, dello scudetto del beach soccer di un anno fa.
In precedenza, sempre oggi, ci saranno le prime sfide della Final Four per il tricolore donne, e quindi le partite fra Dolphins e Martina e tra Firenze e Pro Reggina 97. Per Ostia queste finali scudetto potrebbero servire anche da collaudo in vista dei Mondiali 2011 che la Fifa ha già assegnato sub judice (ci sono ancora dei nodi da sciogliere) a Roma, con la possibilità che si giochi, anche al Foro Italico ed al Circo Massimo, anche se i Beni Culturali sono fortementi contrati a quest’ultima ipotesi).

Fonte notizia La Roma24

Cerca anche

bullismo 5

Legio XIII: al via la campagna contro il bullismo

LEGIO XIII IMPEGNATA A 360° NEL SOCIALE: DOPO AVER INDOSSATO LE MAGLIE DELL’UNAR AL VIA …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *