Home / News / Esercitazione Sciagura aerea, vigili del fuoco pronti in due minuti

Esercitazione Sciagura aerea, vigili del fuoco pronti in due minuti

Questo il tempo record previsto in caso di emergenza all’aeroporto di Fiumicino.

Pronti ad intervenire in caso di necessità su un aereo in fiamme in un massimo di due minuti. E’ questo il tempo record in cui i vigili del fuoco dell’aeroporto di Fiumicino riuscirebbero a domare un incendio nel malaugurato caso di sciagura aerea.

Ad esporre le capacità professionali e tecniche dei pompieri è stato questa mattina Massimiliano Gaddini,  comandante del comando provinciale dei vigili del fuoco di via Genova, al vicesindaco di Roma Capitale, Sveva Belviso, che li ha definiti “angeli che ci guardano ogni giorno con un alto senso dello Stato e una forte sensibilità”. Sono 32 le sedi dei vigili del fuoco tra Roma e provincia, più due presidi ospedalieri dislocati al Sant’Andrea e al San Camillo e altri due presidi boschivi finanziati dalla Regione Lazio.

Durante lo scorso 2010 sono stati 53.957 gli interventi, di cui oltre 15 mila per incendi generici e più di 4.000 di soccorso a persona.  Su Roma ci sono nuclei elicotteri di soccorso e sorveglianza ma anche nuclei come quello nucleare, biologico, chimico e radiologico per prevenire i rischi attentati. Inoltre ci sono i nuclei aeroportuali a Fiumicino dove l’ intervento su un aereo è previsto in due minuti. C’è poi l’unità Usar legata alla Comunità europea, dove ogni paese fornisce i suoi uomini:  infatti molti dei vigili del Lazio sono partiti per diverse azioni internazionali.

“Fondamentale è la collaborazione dei cittadini è importante che si abbia un occhio vigile e il 115 come punto di riferimento”, ha commentato il vicesindaco Belviso: “quello dei vigili del fuoco è un corpo che risponde e lavora soprattutto grazie alle segnalazioni”.

Fonte notizia Il Faro Online

Cerca anche

riqualificaquattro

X Municipio: CasaPound riqualifica parco di via W. Ferrari all’Infernetto

Roma, 2 luglio – “Questa mattina una trentina tra volontari di CasaPound e residenti del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *