Home / News / Marinelli: ‘Servono interventi a salvaguardia della sanità’
Ostia seduta

Marinelli: ‘Servono interventi a salvaguardia della sanità’

Dall’Osservatorio socio sanitario la richiesta di partecipazione dell’ente.

“Se sarà necessario daremo battaglia per quanto di nostra competenza, per il bene della salute dei cittadini. Per questo motivo istituiremo al più presto un tavolo tecnico al quale chiediamo siedano anche i rappresentanti della Asl RmD. E dal tavolo tecnico dovrà scaturire un documento con il quale è nostra intenzione andare in Regione per sollecitare interventi a salvaguardia della sanità del nostro territorio”.
È quanto affermato da Riccardo Marinelli, presidente delegato dell’Osservatorio socio sanitario del municipio XIII, riunitosi questa mattina.
All’ordine del giorno, i tagli occupazionali che hanno coinvolto alcuni reparti dell’ospedale G.B. Grassi di Ostia ed in particolare l’allegato D del decreto regionale n. 80 (taglio posti letto). Dopo una breve introduzione nel corso della quale il presidente delegato Marinelli ha ribadito il ruolo dell’Organismo municipale, appunto di osservazione delle singole situazioni che riguardano la sanità nel territorio del tredicesimo municipio, si è passati alla discussione. Erano presenti rappresentanti di alcune associazioni, il presidente del municipio, Giacomo Vizzani, l’assessore alle politiche sociali, Lodovico Pace, il direttore sanitario del Grassi Lindo Barelli, il delegato alla sanità del sindaco Alemanno, Gennaro Del Prete e rappresentanti sindacali.
In primo luogo è stato affrontato lo spinoso tema delle recenti chiusure o ridimensionamenti dei reparti di nefrologia e oculistica del nosocomio lidense, due temi, come ha detto il presidente Vizzani “di grande importanza per l’intera comunità. Personalmente ho avuto modo di incontrare alcuni dializzati dai quali sono giunte preziose segnalazioni. Ritengo per questo motivo molto utile questo incontro di oggi – ha affermato ancora Vizzani – perché questa Amministrazione è molto spesso il primo interlocutore con il quale i cittadini vanno a confrontarsi. Ed allora ecco il ruolo dell’Osservatorio dal quale possono emergere disincrasie che è doveroso affrontare”. Dello stesso avviso l’assessore Lodovico Pace che ritiene opportuno “innescare un percorso dalla base per poi passare ad una successiva fase di ascolto”.

Nel corso della seduta, la 14ª dalla sua istituzione, sono stati affrontati anche i temi del Sant’Agostino, oggi Casa della mamma e del bambino, e che potrebbe essere utilizzato per ospitare pazienti a lunga degenza, così da “liberare” i posti letto al Grassi. Ed ancora, la promessa di utilizzo come uffici amministrativi, di una palazzina dello stesso ospedale lidense, una occasione per approntare nuovi reparti ma, come è emerso, non ci sono fondi. E si è parlato, con il direttore sanitario del grassi, Lindo Zarelli, anche dell’unione tra i reparti oculistica e otorinolaringoiatria per dar modo di non chiudere completamente il primo reparto. In questo senso una nota congiunta porterà ad una decisione finale sulla divisione. E lo stesso Zarelli ha poi fatto riferimento alla situazione reparto nefrologia affermando che l’attività di dialisi resta tutta ad Ostia e che quattro posti letto in esubero del presidio Di Liegro potrebbero essere disattivati per essere trasferiti proprio ad Ostia.

Il consigliere di maggioranza Stefano Salvemme, componente dell’Osservatorio, nel ribadire il ruolo dell’Osservatorio, ha sollecitato l’intervento della Asl RmD come interlocutore primario sui temi affrontati. D’accordo si sono espressi anche i consiglieri Stornaiuolo e Marchesi che, vista l’importanza dei temi affrontati hanno assistito alla seduta di oggi.

Fonte notizia il Faro

Cerca anche

striscione CasaPound basta degrado

Ostia, CasaPound allestisce accampamento sotto al municipio: stasera manifestazione contro il degrado a Lido Centro

Roma, 30 giugno – Coperte, cartoni, sedie, un ombrellone ed uno striscione che recita «basta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *