Home / Cronaca / Ostia, commercio abusivo: sequestrati 46 chili di pesce
pesce-sequestrato

Ostia, commercio abusivo: sequestrati 46 chili di pesce

Roma, 30 luglio 2016 – Sequestrati a Ostia, solo nell’ultima settimana, 46 chili di pesce avariato o messo in commercio abusivamente.

Pochi giorni fa il personale militare della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Roma ha effettuato ulteriori controlli in alcuni ristoranti sul Lungomare Amerigo Vespucci di Ostia Lido. In particolare sono state verificate le modalità di commercializzazione e messa in vendita di prodotti ittici. La task force della Capitaneria di porto, con l’aiuto dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza, della Polizia di Roma Capitale, dell’Asl RomaD e dell’Ispettorato del Lavoro, ha trovato quattro ristoranti, di cui uno etnico, che conservavano pesce non tracciato nella cella frigorifera del proprio esercizio commerciale. Il prodotto ittico era privo delle informazioni obbligatorie in materia di rintracciabilità. In un ristoratore invece è stato trovato del pesce in cattivo stato di conservazione insieme ad altri alimenti di origine animale e vegetale.

Nel corso dei controlli effettuati durante la settimana sono state elevate multe per oltre 10mila euro. Le operazioni di controllo della Guardia Costiera, si legge in un comunicato, proseguiranno ininterrottamente su tutto il territorio con l’intento di assicurare un adeguato livello di tutela della salute di tutti i consumatori della vasta zona del litorale e dell’hinterland romani.

Fonte della notizia: http://roma.fanpage.it/ostia-sequestrati-46-chili-di-pesce-venduto-illegalmente/

Cerca anche

tranciato-striscione

Sradicato lo striscione che a Ostia Antica-Saline annunciava la Festa della Birra

Non si conoscono gli autori del gesto che due settimane fa ha visto uno striscione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *