Home / Cronaca / Ostia scontri a piazza della Stazione Vecchia: 22 fermati
polizia

Ostia scontri a piazza della Stazione Vecchia: 22 fermati

Ventidue persone fermato questo il bilancio di uno scontro tra esponenti di destra e sinistra ad Ostia in piazza della Vecchia Stazione. Al vaglio le posizioni di ognuno, tre i feriti.

Questa notte in piazza della Stazione Vecchia ad Ostia si è verificato uno scontro tra alcuni ragazzi che ha portato al fermo di 22 persone. Tre giovani sono stati soccorsi e portati all’ospedale Grassi. Dalla questura fanno sapere che sono al vaglio le diverse posizioni di tutte le persone fermate che si trovano tutte ad Ostia. Presumibilmente verranno formulate a breve le denunce.

Teatro OSTIA LIDO – “Stavamo attacchinando per il corteo del 25 febbraio, quando siamo arrivati a piazza della Stazione Vecchia abbiamo visto 10-15 persone intorno a una macchina. Avevano i caschi e tubi di ferro e ci hanno aggredito” così Claudio del Comitato Cittadino per il Teatro Lido di Ostia racconta quella che lui definisce “un’aggressione fatta da quelli di Casapound che ci stavano aspettando.”
Claudio è certo di chi siano i suoi aggressori: “Li abbiamo visti lì vicino alla sede del Municipio, c’era tutta la dirigenza. Sei di loro sono stati fermati.”

E’ accaduto tutto in poco tempo, ma è bastato per far intervenire gli agenti della polizia che hanno cominciato ad attuare i primi fermi. Continua Claudio: “Quando è arrivata la polizia quelli di Casapound se ne sono andati, ma sono dovuti tornare sul posto perché la loro macchina, quella da cui hanno preso i tubi di ferro, era parcheggiata lì. A quel punto hanno fermato anche loro.”

Dai fatti di ieri in tre ne escono feriti, non sono gravi, ma uno di lorò dovrà subire un intervento chirurgico: “Abbiamo collezionato due braccia e un dito rotto, punti in testa e diverse confusioni. Uno dei ragazzi a cui hanno rotto il braccio dovrà essere operato.

CASAPOUND – Opposta la versione di CasaPound che in una nota dichiara: “Sei militanti di CasaPound Italia sono stati aggrediti dai centri sociali nel quartiere romano di Ostia: cinque esponenti di Cpi sono poi stati fermati dalla polizia insieme a 17 autonomi e uno dei nostri militanti è finito in ospedale”.
Secondo i militanti dell’associazione la storia sarebbe all’opposto: “Sei militanti erano in affissione, quando sono stati riconosciuti e assaliti da un gruppo di
una cinquantina di persone tra esponenti dei Collettivi e occupanti del Teatro Lido, che stavano attaccando i manifesti per un corteo in programma per domani. ”La dinamica di quanto è accaduto è evidente – spiega CasaPound Italia – vista la proporzione tra le persone delle due fazioni che sono state fermate dalla polizia dopo l’episodio: 17 esponenti dei centri sociali e 5 militanti di Cpi. Risulta difficile immaginare infatti un gruppo di nemmeno dieci persone che aggredisce premeditatamente una cinquantina di esponenti dei centri sociali armati di tutto punto”.

Fonte notizia Romatoday

Cerca anche

crollo cabine Nuova Pineta

Ostia, allarme erosione dell’arenile: crollo cabine in seguito a mareggiata

Maltempo, onde e vento forte. Disagi non solo in città, con alberi caduti e difficoltà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *