Home / Sport / Ostiamare – Spoleto 1-0. Alfonsi dal dischetto, ritrovato il successo. Prima gioia per mister Pochesci
01alfonsi-festaostia

Ostiamare – Spoleto 1-0. Alfonsi dal dischetto, ritrovato il successo. Prima gioia per mister Pochesci

SERIE D, GIRONE E

14^ GIORNATA DI ANDATA

OSTIAMARE – VOLUNTAS SPOLETO 1-0

OSTIAMARE: Travaglini, Barbieri, Nobili, Piroli, Costantini, De Nicolò, Bosi (35’pt Villanueva), Trippa, Piciollo (48’st Palazzini), Alfonsi, Sciamanna (25’st Palombi). A disp.: Di Piero, Cesaretti, Tabirri, Marzi, Martini, Lupi. All.: Sandro Pochesci.

VOLUNTAS SPOLETO: Lazzarini, Falzone, Bolletta, Francesconi (26’st Zagarella), Cibocchi (12’st Bigi), Guastalvino, Cardarelli, Monesi, Gammaidoni (21’st Santi), Bagnato, DI Salvatore. A disp.: Tomarelli, Settimi, Gjata, Piernera, Falchi, Cavitolo. All.: Marco Schenardi.

ARBITRO: Marco Guarnieri di Empoli. ASSISTENTI: Andrea Cultrera di Catania, Luigi Runza di Siracusa.

MARCATORE: 18’st Alfonsi (rig., OM).

ESPULSO: 27’st Bigi (VS) per comportamento scorretto.

E’ tornato a splendere il sole. L’ Ostiamare, nonostante le assenze per squalifiche e infortuni, supera 1 a 0 con una bella prova di squadra la Voluntas Spoleto, all’ Anco Marzio , grazie al rigore di Alfonsi, che lo stesso capitano biancoviola si è procurato e ha poi trasformato, e ritrova il successo (sesto stagionale, terzo in casa, ndr) dopo 4 turni di assenza, risalendo in classifica fino al sesto posto con 21 punti, a braccetto con lo Scandicci. Prima gioia, all’esordio in casa, per mister Pochesci, dopo aver sfiorato il colpaccio in dieci uomini per larga parte del match disputato in casa del Pontevecchio. Tra i migliori, oltre ad Alfonsi (e non solo per il gol, ndr) anche Piciollo e Costantini, al rientro dalla squalifica (lo ascolteremo nelle prossime ore nella nostra video-intervista, insieme al mister ospite, Schenardi, ndr).

Primi minuti di marca ospite. Al 3′, sfruttando un cross dalla destra, Gammaidoni impatta di testa in area ma non inquadra lo specchio della porta difesa da Travaglini (oggi in campo al posto di Provaroni e autore di una parata bella e importante nel primo tempo, ndr). Pochi minuti dopo ancora Spoleto pericoloso dalle parti di Travaglini: sul cross di Falzone, Cardarelli colpisce di testa nel cuore dell’area, Travaglini è reattivo e smanaccia via la palla, spazzata definitivamente da Barbieri.

Il pericolo sveglia l’ Ostiamare che inizia a macinare gioco e a creare occasioni. In una di queste, conclusione potente di capitan Alfonsi e palla che, deviata da un difensore umbro, sbatte sulla traversa, e poi finisce sul fondo. Dall’angolo, calciato sempre dal numero dieci, arriva il colpo di testa di Costantini che manca di poco lo specchio. In finale di frazione ancora Alfonsi, su calcio piazzato, impegna severamente Lazzarini costretto a tuffarsi sulla sua destra per respingere la minaccia. Ostiamare in crescendo a fine primo tempo e poi nella ripresa dove riuscirà a trovare la preziosa vittoria.

Nella seconda parte di match dobbiamo partire proprio dal minuto 18 quando Alfonsi protegge bene la sfera in area e poi subisce l’evidente trattenuta di Bigi (entrato al 12′ del secondo tempo, ndr), cadendo nella stessa. L’arbitro Guarnieri non ha dubbi e indica il dischetto tra le proteste della formazione di Schenardi. Dal dischetto lo stesso Alfonsi non sbaglia, nonostante Lazzarini avesse intuito e anche toccato la palla calciata dal numero dieci lidense. 1 a 0 Ostiamare. E così sarà fino al fischio finale, contro uno Spoleto orgoglioso ma che cade a Ostia, chiudendo in dieci per l’espulsione di Bigi, reo di una brutta entrata da tergo su Piciollo. Ultimi istanti con la bella notizia dell’esordio in Serie D del ’95 Palazzini. Vince l’ Ostiamare, esordio felice davanti ai tifosi biancoviola per Sandro Pochesci. Tutto è andato come doveva andare.

( Riccardo Troiani – Ufficio Stampa Ostiamare Lidocalcio )

Cerca anche

bullismo 5

Legio XIII: al via la campagna contro il bullismo

LEGIO XIII IMPEGNATA A 360° NEL SOCIALE: DOPO AVER INDOSSATO LE MAGLIE DELL’UNAR AL VIA …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *