Home / Roma News / “Quelle capanne chiamate Roma”: presentazione del romanzo di Claudio Valente e Andrea Montesanti il 22 maggio 2015 presso la sala del Carroccio, in Campidoglio a Roma
Quelle capanne chiamate Roma

“Quelle capanne chiamate Roma”: presentazione del romanzo di Claudio Valente e Andrea Montesanti il 22 maggio 2015 presso la sala del Carroccio, in Campidoglio a Roma

Le origini della Città Eterna raccontate attraverso le gesta del suo creatore, quel Re Sacerdote di nome Romolo che pose le basi dell’Occidente. La leggenda prima dei fatti, il mito prima della storia in un libro capace raccontare il momento meno conosciuto e celebrato di Roma: la sua origine.

Venerdì 22 maggio, dalle ore 16,30 il romanzo “Quelle capanne chiamate Roma” (Reverdito Editore) verrà presentato nella prestigiosa sala del Carroccio presso il Campidoglio. Saranno presenti gli autori Claudio Valente e Andrea Montesanti che, insieme al moderatore Alessandro Brizi, giornalista e opinionista e con l’intervento dell’On. Maria Gemma Azuni (vice Presidente Vicaria dell’Assemblea Capitolina) racconteranno tutti retroscena e gli aneddoti del romanzo storico del momento, già best seller nella Capitale.

“Il libro – ci spiega Claudio Valente – getta una luce romanzata ma supportata da molteplici documenti storico-archeologici, su una Roma sconosciuta ai più, quella delle origini, delle difficoltà, delle sfide, delle capanne appunto, lontana anni luce dalla forte Repubblica e dall’invincibile Impero”. Protagonista, invero mai solitario di questo viaggio attraverso la genesi dell’Urbe, Romolo, il primo capo di una comunità piccola, primitiva e coraggiosa. “Romolo – ci racconta Andrea Montesanti – non solo è realmente vissuto, governando l’alba di Roma, ma ha saputo traghettare questa semplice società dalla barbarie alla civiltà, ovvero dalla forza bruta al diritto, ponendo le primissime basi di quella legge e di quell’organizzazione che sarebbero poi state, per secoli e secoli, esempio nella creazione delle moderne nazioni”.

740 a.C. in un piccolo regno di contadini e pastori, Sesto Fabio, da poco capo del suo gruppo, inizia una giornata di lavoro. Non sa che il destino gli sta per riservare una serie di enigmatici e per certi aspetti dolorosi eventi. Uno di questi sarà l’incontro-scontro con Romolo, il benedetto dagli dei; un re tanto spregiudicato in battaglia, quanto arguto in politica. Egli ha creato una compagine amalgamando popoli ed imponendo, anche con la forza, il suo disegno politico. Sullo sfondo di trame e spargimenti di sangue, il giovane Fabio diverrà partecipe di una lotta tra realtà configgenti eppure destinate, un giorno, a convergere l’una verso l’altra. Da un lato un mucchio di capanne arroccate su un’altura, avamposto spavaldo delle genti latine; dall’altro gli infidi vicini Etruschi. In gioco c’è la stessa sopravvivenza dei Romani e saranno proprio quei contadini e pastori che con il loro coraggio determineranno il destino di “quelle capanne chiamate Roma”.

Questa, in sintesi, la trama di un romanzo tra i più innovativi del panorama letterario contemporaneo, non solo per uno stile moderno, quasi da fiction, che rende facili e immediati i tanti riferimenti storici, culturali e archeologici che arricchiscono il testo, ma anche per la capacità di mostrare una Roma dei primordi come uno spazio fluido, incredibilmente attuale e potenzialmente infinito. Quasi una sorta di land of opportunity del passato; clamoroso esempio di melting pot e globalizzazione ante litteram che include e assimila come mai nessun’altra comunità dell’età antica sia realmente riuscita a fare. A latere non mancano poi battaglie, scontri e colpi di scena degni dei più grandi maestri del moderno romanzo storico.

Claudio Valente è nato a Roma il 15 ottobre 1974. Avvocato e responsabile dell’ufficio legale di alcune società di servizi appartenenti ad un noto gruppo industriale, dopo aver frequentato il liceo classico si è laureato in giurisprudenza con tesi in istituzioni di diritto romano ed è rimasto appassionato di diritto e storia antica.

Andrea Montesanti è nato a Roma il 10 aprile del 1974. Giurista, si è laureato discutendo una tesi in storia del diritto romano e come Claudio Valente coltiva da sempre l’interesse per la storia, approfondendo soprattutto quella romana delle origini.

Andrea e Claudio si conoscono dai tempi della scuola avendo frequentato la stessa classe al Liceo Classico Anco Marzio di Roma. Sono altresì ideatori del progetto “La storia ha inizio” che intende riunire appassionati di racconti e romanzi a sfondo storico su discussioni in argomento e percorsi di scrittura sul tema (www.lastoriahainizio.it).

Hanno scritto “Quelle capanne chiamate Roma” perché è il romanzo storico che avrebbero sempre voluto leggere.

Scheda prodottQuelle capanne chiamate Romao:

Quelle capanne chiamate Roma

Copertina flessibile: 431 pagine
Editore: Reverdito (30 luglio 2014)
Collana: Narrativa
Lingua: Italiano

 

 

 

 

 

 

Contatti:

https://www.facebook.com/quellecapannechiamateroma?fref=ts
www.lastoriahainizio.it
info@lastoriahainizio.it

Cerca anche

foto-legittima-difesa-idv

Legittima difesa: ‘Idv, 2 milioni di firme, record nella storia della Repubblica’

“Abbiamo raccolto 2.045.680 sottoscrizioni certificate alla nostra proposta di legge popolare sulla legittima difesa, già …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *