Home / Attualità / Ritrovata in una baracca “la testa del Goethe”

Ritrovata in una baracca “la testa del Goethe”

Il reperto di notevole pregio storico-artistico è il capo del Mefisto divelto dalla celebre statua di a Villa Borghese.

Ritrovato in una baracca di romeni, nella pineta di Ostia, sul litorale romano, il capo del Mefisto divelto dalla celebre statua di Johann Wolfgang Von Goethe a Villa Borghese e sicuramente destinato al mercato clandestino. Militari della Guardia di Finanza hanno individuato un uomo ed una donna di origine romena che, vicino la loro baracca in una zona recintata abusiva nei pressi della ’Pineta delle acque rosse’ a Ostia, detenevano illegalmente il reperto di notevole pregio storico-artistico.

LA STATUA – La statua, interamente in marmo ed intitolata al famoso scrittore e drammaturago tedesco Johann Wolfgang Von Goethe, fu realizzata dallo scultore Valentino Casali su modello del tedesco Gustav Eberlein e donata alla città di Roma dal kaiser Guglielmo II nel 1904. Il monumento, dalla struttura imponente ed articolata su due livelli, vede il poeta in quello più alto, circondato nella parte sottostante da alcuni personaggi protagonisti delle sue opere: Faust e Mefisto, Mignon e Lotario, Oreste e Ifigenia. I due romeni sono stati denunciati per ricettazione e possesso illegale di materiale storico-artistico.

Cerca anche

Roma, X Municipio: sabato CasaPound in sei piazze per dire no al referendum

Roma, 25 ottobre – Sabato in sei piazze del municipio di Ostia per dire no …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *