Home / Sport / American Football / Vittoria della Legio XIII nel derby contro i Grizzlies, terzo successo consecutivo nel campionato Under 19
sambruck

Vittoria della Legio XIII nel derby contro i Grizzlies, terzo successo consecutivo nel campionato Under 19

È il voler arrivare subito alla vetta che a volte brucia le possibilità di successo. È l’essere schermiti per troppe sconfitte subite, che può portare uno stolto alla disperazione.

Ma c’è chi crede in quello che fa, passo dopo passo, prova e riprova, fino a trovare i disegni giusti del suo progetto: costruire e poi raccogliere i frutti del proprio lavoro. La Legio XIII domenica scorsa ha volato in alto e rappresentativa, è la foto di Cerwyn Sambrook # 90 (scattata dal bravo Glauco Dattini): le sue braccia aperte, distese e pronte per spiccare il volo, l’emozione e la gioia dopo una grande vittoria. Si perché la Legio XIII ha inanellato il terzo successo consecutivo nel campionato Under 19. In questa stagione giovanile la società inizia a vedersi riconosciuto il giusto merito al lavoro, al sacrificio svolto in questi anni ed inizia a scrivere un nuovo capitolo della sua storia dove finalmente si parla di vittorie, di vittorie consecutive e soprattutto di aver già conquistato l’accesso ai playoff. Due successi contro Crabs e Scuola Romana Football e adesso la vittoria nel derby capitolino contro i Grizzlies, costretti alla resa e mesti al ruggito dei “leoncini” dei coaches OrsiScotellaro-Campagna: 49-14, è una domenica storica.
La “cenerentola” si è trasformata e lo ha dimostrato nell’esordio in casa, davanti al proprio pubblico portando a casa un successo importantissimo e chiamata ora solo a lottare per il primo posto, contro i Marines Lazio, entrambe in vetta alla classifica e pronte a darsi battaglia proprio il 1 novembre, ma il secondo posto è già assicurato e la Legio XIII andrà ai playoff.
I Grizzlies Roma sono una grande squadra, negli anni sempre in vetta alle classifiche, il loro nome ha portato… “timore” tra di noi… noi che abbiamo imparato a perdere, noi che abbiamo imparato a non sottovalutare mai nessuno. Non è stato semplice attendere fino al kickoff, effettivamente nulla è stato semplice. Mi sono accorto del grande lavoro fatto dai nostri coach solo quando domenica, a 5 minuti dall’ inizio, l’unica cosa che mi ha portato sicurezza, coraggio e concentrazione è stato lo sguardo sicuro e pronto dei miei fratelli, lo sguardo del mio branco”. È Thomas Grusovin, il quarterback di questi giovani legionari a parlare e farci capire le emozioni di un protagonista in campo. “Nessuno si aspettava un risultato del genere e soltanto noi sapevamo che potevamo riuscirci. Rimangono molti gli errori certo, ma fino a che ognuno di noi continuerà a fidarsi ciecamente ed a contare sull’uomo che gli sta accanto, tutto sarà possibile. Questa è la nostra più grande forza. Domenica prossima ci aspetta un’altra “porta bianca”, la squadra che andremo ad affrontare è forse una delle migliori del campionato, ma sono sicuro che sarà una grandissima prova. Onore ai Grizzlies, grandissimi sportivi come sempre. Ora si continua, questo è solo l’inizio”.
E proprio Grusovin beffa gli ospiti con una corsa in touchdown per il vantaggio Legio sin dai primi minuti di gioco. La trasformazione da due è di Guzzon. A 5’29 si replica, stesso protagonista ma trasformazione tra i pali di Cancanelli e punteggio sul 15-0. Coach Giannelli striglia i suoi, si intravede una reazione ma stavolta è Cancanelli a correre per i sei punti ed incrementare il vantaggio Legio. Fallito da lui stesso la corsa per i punti aggiuntivi, l’ovale torna ai Grizzlies che finalmente trovano la luce per merito di Amodio con uno scatto in end zone. Primi punti per gli orsetti ma si replica subito con una safety Legio con Lattanzio e poi Grusovin chiama a raccolta i suoi ed arriva la segnatura di Guzzon e tra i pali passa l’ovale calciato da Cancanelli. Vantaggio consistente ma ci pensa Loppini a portare il punteggio sul 36-6. I Grizzlies trovano l’end zone con Molaioni, prima che arrivi il Td di forza di Franconieri (trsf.to Cancanelli good), e poi, il passaggio perfetto di Grusovin per Loppini. Siamo sul 49 a 14, ma ormai i giochi sono fatti. Questa vittoria porta la Legio XIII a guidare con i Marines il girone A, ma i legionari sono già ai playoff e proprio domenica prossima, daranno vita ad un derby sicuramente spettacolare, con una sola eccezione sui pronostici come dichiarato dal direttore sportivo Marco Bozzarini: “Domenica prossima non abbiamo nulla da perdere, giusto il primo posto, perché il secondo lo abbiamo già ipotecato come i playoff”.

unhcr team

UFFICIO STAMPA LEGIO XIII ROMA

Cerca anche

stop bullying

STOP AL BULLISMO – STOP BULLYING: campagna promossa da Legio XIII Roma, Vivere da Sportivi e Fiamme Oro Rugby contro il bullismo

”STOP AL BULLISMO – STOP BULLYING, campagna promossa da Legio XIII Roma – Vivere da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *